E' giusto od'è sbagliato giudicare?

Indietro

È giusto od’è sbagliato giudicare?
Ho gli occhi ... e vedo
e sento ... pure ... analizzo ... penso,
più che giudicare ... osservo.
Mi accorgo, allora, che le cose
non son così per come sono etichettate.
Faccio l’esame di coscienza
io ... cristiano
ripasso, del buon Dio, i Comandamenti
li capisco, li soppeso e osservo che,
decisamente ... non sono un buon cristiano.
E ... se fossi un prete!
La coerenza insegna che
chi predica l’amore, la dedizione agli altri,
per essere stimato e convincente
deve perseguire le virtù richieste.
E ... non si chiede, certo, di essere santi
di perseguire drastiche, esasperate esperienze francescane,
di San Francesco ce n’è, già, uno.
basterebbe, forse, non dimenticare
il ruolo che si è scelto nella vita
e perseguirlo con un po’ più di dignità.

Lecce, 4 Febbraio 2001